I costi dei farmaci non appropriati

Costi farmaciL'aumento dei prezzi dei farmaci ha attirato molta attenzione ultimamente, ma il costo effettivo dei farmaci da prescrizione è molto più alto: i ricercatori della Scuola di Farmacia e Scienze Farmaceutiche della Skaggs dell'Università della California, San Diego, stimano che la malattia e la morte derivanti da una terapia farmacologica non ottimizzata costano $ 528,4 miliardi all'anno, equivalenti al 16% della spesa sanitaria totale degli Stati Uniti nel 2016.
L'analisi è pubblicata sugli Annali della Farmacoterapia.
"Idealmente, quando sei malato, un operatore sanitario ti prescrive un farmaco, lo prendi come indicato e stai meglio", ha dichiarato Jonathan Watanabe, PharmD, PhD, professore associato di farmacia clinica presso la Skaggs School of Pharmacy, autore della ricerca. "Ma quello che succede un sacco di volte è che il regime terapeutico non è ottimizzato, in altre parole, la prescrizione potrebbe non essere esattamente appropriata per la tua indicazione - non il farmaco esatto o la dose giusta - o semplicemente non prendi il farmaco per qualsiasi motivo, non lo prendi come indicato, o il farmaco provoca un evento avverso o un nuovo problema di salute ".
Ecco un esempio di terapia farmacologica non ottimizzata: si scende con l'influenza e si visita il pronto soccorso dell'ospedale locale. Un medico prescrive Tamiflu, ma il paziente non segue la prescrizione. È troppo costoso o non ha tempo o energia. I sintomi peggiorano e ritorna all'ospedale, e infine all'unità di terapia intensiva - tutto a un costo enorme per se stessi come paziente, così come per l'ospedale e la compagnia assicurativa.
Ma il problema non è solo la non aderenza: la terapia farmacologica non ottimizzata include anche casi in cui un farmaco contribuisce a un nuovo problema di salute. Ad esempio, l'ACE-inibitore per abbassare la pressione sanguigna fa tossire il paziente, che quindi prende un medicinale da banco contro la tosse e il raffreddore che include anche un ingrediente che aumenta la pressione sanguigna e aumenta il rischio di sonnolenza e cadute..
Per questo studio, Watanabe, Hirsch e McInnis hanno creato modelli analitici decisionali dei numerosi esiti di salute che potrebbero derivare da un fallimento del trattamento o da un nuovo problema medico causato dal trattamento, comprese visite di pronto soccorso, ospedalizzazione, assistenza a lungo termine, visite mediche e farmaci. I dati provenivano da una varietà di fonti convalidate, tra cui il governo federale e la National Nursing Home Survey.
Per migliorare i risultati e ridurre i costi, Watanabe e il team propongono di espandere la presenza di modelli diretti di assistenza ai pazienti da parte di farmacisti clinici in collaborazione con i medici prescrittori, un processo noto come gestione completa dei farmaci con accesso a cartelle cliniche complete, migliorando il dialogo con chi prescrive e con gli altri membri del team di assistenza sanitaria di un paziente. Nel frattempo, i risultati degli studi sono già stati utilizzati per supportare diverse iniziative nazionali per migliorare la gestione dei farmaci. "I farmacisti e le farmacie sono il punto di accesso sanitario più facilmente disponibile per la maggior parte delle persone e il loro ruolo probabilmente si espanderà man mano che il panorama dell'assistenza sanitaria si sposterà per dare maggior rilievo all'assistenza domiciliare e all'ambulatorio", ha affermato Watanabe. "In poche parole, i farmacisti possono aiutare a ottimizzare i regimi di farmaci per produrre i migliori risultati al minor costo."

Fonte: https://www.eurekalert.org/pub_releases/2018-04/uoc--wda040218.php