Perche' conviene investire nei CDSS: il rischio farmacologico

investireLe reazioni avverse ai farmaci (ADR) sono un importante problema di salute pubblica, che rappresenta una delle principali cause di morbilità e mortalità. I Clinical Decision Support System (CDSS) possono ridurre questo fenomeno e i costi che ne derivano.

Esistono molti studi che misurano l’incidenza delle ADR nei pazienti ricoverati che variano tra il 2.2 e il 4.6 ogni 100 ricoveri. Ad esempio in uno studio eseguito in Francia, a Lille, in un periodo di 18 mesi, sono state trovate 371 ADR su 336 pazienti su un totale di 16.916 pazienti ricoverati, con un’incidenza del 2.2%. In uno studio eseguito in Italia, in Sicilia, su 4.802 ricoveri è stato rilevato un tasso del 3.2% di ADR. Ci sono poi molti altri studi con risultati compresi nell’intervallo citato sopra.

L’incidenza delle ADR varia in funzione dell’età del paziente, del quadro clinico, dei reparti e dell’intensità di cura. Ci sono poi studi sulle ADR nei pronto soccorso, nelle cure ambulatoriali e in quelle primarie. Le ADR, oltre a insorgere durante i ricoveri, a seguito delle terapie prescritte, sono anche fonte di ricoveri e di accessi al pronto soccorso.

Nello studio svolto a Lille le reazioni più comuni sono state gli eventi cutanei (24%), gli eventi cardiovascolari (21%), i disturbi metabolici (12%), i disturbi della coagulazione (10%) e i disturbi del sistema nervoso (10%). Le classi di farmaci più frequentemente coinvolte sono stati gli agenti cardiovascolari (36%), i mezzi di contrasto (20%), i farmaci per la coagulazione del sangue (13%) e gli antinfettivi (14%).

Le reazioni avverse determinano, come conseguenza, un allungamento del periodo di degenza e maggiori costi per visite, esami e farmaci. Molti studi si sono focalizzati nel misurare l’incremento della degenza. I valori che sono stati rilevati variano tra 1.9 e 3giorni. Alcuni studi hanno poi calcolato il maggior costo dei ricoveri a causa delle ADR che varia tra 2.500 e 5.000 dollari che include e valorizza anche l’estensione della degenza.

Non tutte le reazioni avverse possono essere evitate. Secondo l’algoritmo di Schumock e Thornton (Schumock e Thornton, 1992), il 69,4% delle reazioni avverse in ospedale erano correlate ad ADR probabilmente prevenibili, il 24,2% ad inevitabili e il 6,4% a quelle certamente prevenibili. Le tipologie più frequenti di farmaci coinvolti nell’ADR probabilmente prevenibile appartengono al gruppo “A” della classificazione ATC (tratto gastrointestinale e metabolismo, 100,0%), specificamente antidiabetici, seguito da “B” (sangue e organi ematopoietici, 88,9%), e “C” (sistema cardiovascolare, 84,6%), per lo più terapia cardiaca (N = 13) e inibitori RAS (N = 9). Altri gruppi farmacologici sono stati gli antimicrobici per uso sistemico (50,0%) e sistema nervoso (50,0%).

Continua a leggere su Salute Digitale blog

Ma come può un CDSS aiutare i medici a prevenire le ADR? La figura che segue illustra il cruscotto di un CDSS evoluto per valutare la terapia e i rischi connessi.

smartprescription

Continua a leggere su Salute Digitale blog